Arte, Storia, Educazione e Natura

GIULIANA: STORIA, CULTURA E NATURA

Giuliana è un paese sito nella provincia di Palermo in cima ad una rocca che domina il paesaggio circostante. 

Eruzioni di vulcani vicini e lontani, romani affamati e agguerriti, sino alla presenza dell’imperatore Federico II che fece di questi luoghi un teatro storico delle guerre con il mondo arabo che vi abitavano da più di II secoli. 

Federico II utilizzò un castello come base per affrontare il mondo islamico.

Il castello si presenta, oggi, intatto e restaurato in modo esemplare, ma l’elemento che lo rende unico sta nella sua architettura: ha un torre che svetta in alto a quasi 800 m.t. sul livello del mare a forma pentagonale, unica nel suo genere e caratteristica dei castelli federiciani (solo tre con questa architettura sono presenti al sud Italia).

​

​

​

​

​

​

​

​

​

​

​

​

​

​

​

​

La storia dei luoghi non si ferma solo al Castello, in quanto a Giuliana si trova una pietra chiamata diaspro utilizzata nei palazzi della famiglia dé Medici di Firenze, ma anche nelle chiese gesuite siciliane e che un amico geologo mi racconta essere la “pietra divina” in quanto con essa si costruivano i tabernacoli degli altari delle chiese dove viene custodito il corpo e il sangue di Cristo. 

Il diaspro è una pietra con durezza 7 e a Giuliana si trova nei diversi colori che vanno dal giallo, al verde e al rosso. 

Oggi il paesaggio circostante è prevalentemente agricolo e utilizzato come seminativo o colture di ulivo e vigna con sprazzi di frutta. Rimane idea di quel che fu un tempo la Riserva di Monte Genuardo con la sua Abbazia di Santa Maria del Bosco, unico polmone verde boschivo naturale che domina i territori agricoli.

Negli anni ’90, Giuliana ha isolato intorno alle terre usate dall’uomo per nutrirsi, un’area verde naturale di grande pregio per la sua biodiversità e ha garantito un’isola di 27 ettari boschiva sotto il paese e limitrofa alle terre dei contadini.

Quello che oggi chiamiamo Parco SantAnna è un gioiello di conservazione naturale in continuità storica con i paesaggi di un tempo.

Ecco perché possiamo dire che Giuliana è Storia, Cultura e Natura che ne fanno un luogo pieno di tesori.

Quando iniziai a raccogliere elementi e storie per conoscere il territorio c’erano sempre racconti che avevano come tema di fondo tesori nascosti, ricchezze possibili e più ascoltavo queste storie sempre più mi convincevo della loro profonda verità: Giuliana nasconde tesori.

Ma dove sono e come si possono trovare, era la domanda che mi rincorreva.

A volte le risposte sono molto più vicine a noi di quanto pensiamo; i tesori di Giuliana sono nascosti ad occhi poco attenti che non sanno più guardare il territorio e non ascoltano i suoi suoni: Castello, Diaspro e Parco SantAnna sono inestimabili tesori talmente presenti nel quotidiano che sembrano sepolti e nascosti, quando invece basterebbe spostare lo sguardo e diventare un paese con una ricchezza antica non valutabile.